Muffins e cupcakes: differenze

Oggi voglio rispondere a quanti mi chiedono la differenza tra Muffins e Cupcakes .

Effettivamente, spesso queste due preparazioni vengono confuse ma, in realtà, sono piuttosto differenti.

Ecco una rapida sintesi delle differenze:

Cupcakes

I cupcakes (o “le” cupcakes, perchè anche sul genere c’è molta incertezza, essendo il termine e il dolce di origine inglese!) sono delle vere e proprie torte di ridotte dimensioni, il cui nome deriva dal fatto che gli ingredienti venivano misurati in tazze e, spesso, le stesse tortine venivano cotte in tazza. Sono di origine inglese, e sono dei dolci piuttosto ricchi: molto burro, zucchero e uova.

L’impasto tipico da cupcake (e il mio preferito) è la torta Quattro Quarti, ma ce ne sono altri simili (anche il Pan di Spagna è adeguato), tutti caratterizzati da procedimenti che mirano a gonfiare il composto incorporando molta aria:

  • metodo creaming: ossia burro montato con lo zucchero, uova aggiunte una per volta, burro fuso e infine farina uiniti mescolando a mao senza smontare il composto;
  • rossi e bianchi montati separatamente, uniti delicatamente a mano e burro fuso  e farina setacciata, uniti sempre molto delicatamente e a mano, per evitare di far sgonfiare il composto;
  • uova intere montate con lo zucchero per un tempo interminabile (il mio preferito :)), burro fuso e farina setacciata, uniti sempre molto delicatamente e a mano, per evitare di far sgonfiare il composto.

Le dimensioni sono piccole, poichè destinate all’ora del té, quando non è il caso di appesantirsi troppo 🙂

Sono piuttosto piatte (o lo diventano dopo un bel taglio!) per essere decorate nelle maniere più disparate con creme al burro (frosting), ganache, e ogni altro composto che riesca a stare in forma.

Ecco come si deve presentare un composto per cupcakes:

Ed ecco un cupcakes pronto per essere decorato:

Muffins

I muffins, in realtà, si distinguono in due tipologie: i muffins all’inglese, simili a dei panini gonfi e lievitati con lievito di birra; e i muffins all’americana, simili a delle cupcakes, ed è di questi ultimi che parleremo oggi.

I muffins all’americana, a differenza delle cupcakes, hanno un impasto molto leggero: meno burro (spesso sostituito dall’olio), meno zucchero e anche meno uova; sono più grandi perchè, in origine, destinati alla colazione; non sono piatti; non vengono decorati in superficie ma spesso contengono aromi, frutta fresca o secca, cioccolato e altro ancora direttamente nell’impasto, in una gamma di varianti quasi infinita!

Il metodo di lavorazione dei muffins è molto diverso da tutti gli altri dolci perchè prevede che gli ingredienti siano suddivisi in ingredienti secchi e ingredienti umidi poi mescolati tra di loro unendo i liquidi ai solidi, senza montare, ma con un cucchiaio o una spatola per il tempo strettamente necessario ad amalgamarli un pò: l’impasto resta granuloso e questo consente di ottenere dei muffins soffici nonostante la leggerezza degli ingredienti. L’ideale per ottenere un buon risultato consiste nell’effettuare 12 “giri” con il cucchiaio. Ecco come si deve presentare il composto per muffins:

Muffins light_2014-05-15__005

Ed ecco il risultato dopo la cottura:

Muffins light_2014-05-15__010

Muffins light_2014-05-15__012

A questo punto, non vi resta che cimentarvi, e se volete puntare sulla decorazione, allora consultate la ricetta dei Cupcakes con ghiaccia al burro e guardate i tanti tutorials di decorazione nella sezione Tutorials; se, invece, volete sperimentare qualcosa di poco decorato ma molto gustosa e veloce da realizzare, allora ecco la ricetta base dei Muffins, che presto sarà seguita dalle tante varianti che mi accingo a preparare, fotografare e…mangiare!!!!!

Spero di essere stata chiara e che la mia esperienza possa esservi utile 🙂

Alla prossima!!!!

Laura

Pin on PinterestShare on Facebook

Lascia il tuo commento

La tua email non sarà pubblicata o condivisa.
I campi obbligatori sono contrassegnati da *